Nel precedente articolo abbiamo parlato dei possibili fare a quei matti che corrono; tanta è la gioia di chi va per montagne quanto lo scoramento di chi deve seguire: la montagna ha tante di quelle sfaccettature e possibili attività che difficilmente è possibile compartimentare, dividere le varie discipline in maniera stagna. Il risultato è quello che in casa è facile avere un trailrunner che si diletta anche nell’arrampicata, o un climber che fa anche scialpinismo… Tutta roba molto tecnica, difficile da interpretare per chi non gli sta dietro e andare a fare un regalo al buio è un vero e proprio salto nel vuoto! Avete magari sentito vostro marito lamentarsi per l’usura delle pelli da scialpinismo e, ma non sapete la misura, non sapete il tipo preferito e indagare è impossibile.. Vostra moglie frequenta la palestra da arrampicata dell’Arezzo Verticale e non sapete orientarvi tra scarpette e mortamagnesite… Quindi cosa fare?

Ovviamente affidarsi alla guida ai regali di natale 2014 per la montagna!!

Il primo regalo è un regalo che con la montagna non c’entra nulla, ma che è adattabile a tutti gli sport di azione e in cui chi li pratica ha quel pizzico di narcisismo che lo spinge a montare 3 ore di video no-stop delle proprie gesta, ovvero una ACTION CAMERA! Una di quelle buffe scatoline da montare su appositi supporti (il casco, un’asta, un corpetto) che registrano le nostre azioni (o le nostre gaffe..) più belle. La più famosa è la GoPro, la prima e quella che ha saputo diffondersi immediatamente tra tutti gli atleti di spicco. In realtà ne esistono di molte marche e per tutte (o quasi) le tasche. L’ultimo modello della GoPro costa quasi 400 euro e supporta formati di registrazione avanzatissimi (fino al 4K, lo stesso formato utilizzato ad Hollywood) ma si trovano modelli a cifre molto più contenute che funzionano altrettanto bene, ovviamente senza pretendere di diventare i nuovi Peter Jackson.

Il secondo consiglio è per fare un regalo UTILISSIMO a chi pratica l’arrampicata in falesia. Rinvii. Una pioggia di rinvii, rinvii come se non ci fosse un domani. E poi magnesia, che quella non basta davvero mai e finisce come niente. Dei primi, soprattutto nelle vie lunghe, non se ne ha mai abbastanza; la seconda invece, per la gioia di chi si occupa della lavatrice in macchina, ha il grande pregio di insozzare immediatamente e nel raggio di due metri tutto ciò che la circonda, di dare grip alle dita sugli appigli più improbabili e di essere disponibile in varie tipologie: liquida e in polvere e in quest’ultima variabile sia in blocchetti tipo saponetta o completamente sfusa in sacchetti. Il prezzo di un rinvio scontato è di 7,90 euro, la magnesia va dalle 4,90 euro di quella in polvere alle 10 euro del flacone liquido.

Terzo consiglio: i regali più belli, da che mondo è mondo, sono quelli che prima di tutto piacciono a chi li acquista. Se poi in qualche riescono a coinvolgerci direttamente (tipo il fidanzato che regala la playstation all’amata metà..) meglio ancora. Quindi, riadattando un regalo della precedente guida, cercate un bel bed&breakfast con vista sulle montagne, magari con il centro benessere e regalatele un fine settimana in uno di quei paradisi per chi arrampica o per chi ama la montagna. La Val di Mello (Sondrio) è probabilmente la località italiana più famosa per il bouldering, se invece vi voleste orientare verso lo scialpinismo, contattate le guide alpinistiche locali e regalate un’escursione guidata. La scelta è davvero ampissima e comunque farete luccicare gli occhi di chi si ritroverà un simile regalo per le mani.

Quarto giro. Frontale! Questa è davvero un jolly, perché viene utilizzata ovunque, dallo scantinato di casa alla ciaspolata in notturna. Ne esiste una varietà infinita; per orientarsi, sappiate che la loro potenza si misura in lumen (per capirsi, 10 lumen lucino da cimitero → 850 lumen faro dello stadio olimpico). Una via di mezzo è sempre premiante, un qualsiasi modello tra gli 80 e 100 è adatto praticamente per tutte le attività sportive in notturna, dal trail running allo skialp. L’unica accortezza è cercare di capire quale sarebbe la principale destinazione d’uso: se chi dovesse ricevere la frontale si dilettasse in attività di svariate ore, regolatevi verso modelli con pacchi batterie aggiuntive, come la Petzl Nao.

Siamo alla fine del nostro tour, mancano 2 giorni a Natale, l’ansia ormai è palpabile, le idee finite. C’è da fare l’ultimo regalo, l’introvabile, l’inconcepibile. Pensiamo a chi lo deve ricevere e non abbiamo idea di dove sbattere la testa. D’accordo, stop, fermi. Niente panico. La soluzione ha 3 parole e si chiama BUONO DI ACQUISTO. Venite qua, lasciate la cifra che vorreste spendere, vi rilasciamo un luccicante buono d’acquisto e il felice ricevente avrà la possibilità di venirsene in negozio a scegliere quello che gli pare, con buona pace dei regali non graditi, quelli riciclati e quelli lasciati tristi e abbandonati in soffitta.

Dal Trekking Point e tutto il suo rubicondo staff auguri di buone feste!

Proudly powered by Gellus Soluzioni. Theme developed by Gellus Soluzioni.
Copyright © Trekking Point Arezzo. All rights reserved. - Accedi